Leggenda sulla nascita della seta

Solo dall’intuito femminile poteva nascere un prodotto sofisticato ed unico come la seta. Si dice che un giorno, nel 27° secolo Avanti Cristo, la bellissima Imperatrice cinese Lei-Tuz, moglie principale del famoso Imperatore Giallo, Huang Di, stesse bevendo il the all’ombra di un gelso.

Proprio mentre stava per suggere un sorso della bevanda bollente, un baco cadde nella sua tazza.

Quando intinse le dita per togliere l’animaletto dalla sua pregiata tazza si dispiegò un sottilissimo e iridescente lungo filo.

Incantata dalla bellezza e dalla lucentezza del filo, l’Imperatrice convinse il potente marito a farle produrre del tessuto. L’Imperatore Giallo allora ordinò che venissero piantati altri alberi di gelso e allevati bachi da seta.

Vennero poi dipanati i fili su un telaio e nacque il pregiato tessuto. La seta, considerato un lusso assoluto, in principio era reputata adatta solo a Imperatori,  Principi e membri dell’altissima nobiltà.